Bartender Category: Birrifici

08Mag

RentOn

Birra Dolomiti. La prima birra a km vero

Il territorio delle Dolomiti genera e custodisce da millenni elementi preziosi: dalle alte rocce sgorga pura e fresca l’acqua, dalla terra e dalle sapienti mani degli agricoltori nasce, protetto dalle alte cime, l’orzo. E’ proprio nel territorio delle Dolomiti che nasce, unica nel suo genere, Birra Dolomiti, la prima birra a Km vero. Birra Dolomiti, che già attraverso il nome sottolinea l’imprescindibile legame con il territorio di origine, è l’emblema di un progetto di filiera integrata. Il progetto, nato nel 2006, è rivolto alla produzione di una birra prodotta nel rispetto dell’ambiente circostante e con l’utilizzo di materie prime locali. La coltivazione dell’orzo, che costituisce appunto uno degli assi portanti del progetto, è svolta dalla locale Cooperativa La Fiorita e viene seguita attentamente dalla Fabbrica di Pedavena www.fabbricadipedavena.it. La crescita è monitorata dagli esperti al fine di ottenere il prodotto migliore sia nella scelta consapevole degli ingredienti che nella definizione del gusto, anche grazie all’esperienza tramandata da mastro birraio a mastro birraio.

Siamo un piccolo birrificio artigianale dedicato a fare una birra speciale artigianale, utilizzando i migliori ingredienti naturali, in combinazione con la tecnologia moderna.

Siamo una fabbrica che si distingue dalle altre realta con la sua autenticità e l’energia dei suoi produttori. Tutto è cominciato quando io,Vladimir Stojkovic, mi iscrivo alla scuola superiore di educazione alimentare, con il sogno di creare la mia fabbrica di birra un giorno. Gli anni successivi mi sono serviti come avvicinamento al mondo della birra artigianale dal verso professionale, per imparare tutto su di esso e perfezionare il mestiere sufficientemente che i nostri prodotti possono competere sul mercato mondiale. In questa odissea mi raggiunge mio socio Mladjen Merdović, un esperto di marketing e un uomo con 15 anni di esperienza commerciale, quando questa simbiosi di idee e di anni di ricerca si incontrano, nasce il Dogma!

La nostra attenzione è rivolta alla produzione di ALE di alta qualità tra i quali si esporranno gli stili americani, ed ecco perchè vi portiamo Faro Pale Ale e la birra Hoptopod IPA prodotte utilizzando i migliori luppolo della Valle di Yakima in Oregon.
Perché in luppolo noi crediamo!

27Apr

Hopsbrew

La Hopsbrew birreria ha una storia interessante. La giovane coppia Boldyrev ha iniziato il loro viaggio in Russia, dove si stavano preparando le loro ambizioni a spostarsi in villaggio di Ihan (vicino a Domžale) per stabilire una birreria esemplare.
La loro birra è brassata con le mani “nude” del maestro birraio Maxim, che ha studiato presso l’Istituto per la birra a Berlino che è piuttosto orientata al luppolo. Hanno cominciato con una gamma piuttosto convenzionale, che include Pale Ale, IPA e Porter. Direttamente dal fermentatore si possono provare alcune birre sperimentali, in modo da poter rivelare che l’IPA viene fornito con bucce d’arancia,poi anche più leggero IPA stagionale e abbiamo un’altra birra, che attualmente è ancora avvolta nel velo di mistero del luppolo.

– Hopsbrew: Illusion, 5,3% alc, session rye IPA – 60l
– Hopsbrew: Tropical Wheat, 4,5% alc, american wheat ale – 90l
– Hopsbrew: Kri pomaranče (Blood of an Orange), 7% alc, IPA – 60l
– Hopsbrew: Pale Ale, 4,8% alc, APA – 90l

27Apr

Human Fish

La birreria Human Fish è la prima birreria artigianale in Slovenia. Noi “handcraftiamo” fine ALEs dai malti inglesi, belga e tedeschi, combinando naturalmente con grandi luppoli sloveni. Servito alla spina in ottime località in tutta la Slovenia o direttamente alla fabbrica di birra.

– Human Fish: Combat Wombat, 4,8% alc, session IPA – 90l
– Human Fish: Stout, 4,5% alc, stout – 90l
– Human Fish: MudPuppy, 7,7% alc, imeprial IPA – 60l
– Human Fish: Fat Irish, 7,5% alc, irish ale – 60l

Siamo un micro birrificio indipendente nel cuore della Valle del Vipacco, in Ajdovščina. Produciamo birre non filtrate, non pastorizzate e piene di sapore – facciamo tale birra perchè ci piace berla.
Dopo un anno di preparativi e a testare il nostro primo “intruglio” Pally (birra chiara) siamo riusciti a mandarla sul mercato nel mese di novembre del 2013.
Siamo riconosciuti per il stile di birra India Pale Ale chiamata the 3rd Pill (IPA), che nel 2014 ha vinto due premi d’argento, dal portale Beer.com è stata dichiarata la migliore birra slovena. Elenco di birre è in costante crescita.

– Pelicon: The 3rd Pill, 6% alc., IPA – 60l
– Pelicon: Yess Bossl, 4,8% alc., pale ale – 60l
– Pelicon: Quantum, 8% alc., DIPA – 60l
– Pelicon: Black Aurora, 6,2% alc., dark ale – 60l
– Pelicon: Walter wheat, 5% alc., american wheat beer – 60l

Pelicon uno dei birrifici dalla migliore nomea in Slovenia. I due soci sono Anita e Matej: la prima, designer, si occupa della comunicazione dell’azienda e dei rapporti commerciali; il secondo, con una decina di anni di homebrewing alle spalle, è il birraio. Partirono con la loro avventura nel 2013, nonostante poco tempo prima fosse fallito il loro tentativo di rivolgersi al meccanismo del crowfunding. Decisero di andare comunque avanti con la loro idea e tanto coraggio è oggi ripagato dalla considerazione che hanno acquisito nell’ambiente. Il birrificio, che produce 1.200 hl annui, è situato in una zona molto tranquilla.

27Apr

Villa Chazil

La produzione della nostra birra comincia in campo dove coltiviamo l’orzo distico da birra che una volta giunto a maturazione viene raccolto e conferito in malteria. Qui viene fatto germinare con lo scopo di produrre gli enzimi necessari alla trasformazione dell’amido in fase di ammostamento e successivamente essiccato.
Prima operazione della cosiddetta “cotta”, l’insieme delle fasi di produzione del mosto di birra, è la macinazione del seme intero necessaria per ottenere una buona resa nella successiva fase di ammostamento dove il malto viene miscelato con acqua calda al fine di produrre zuccheri fermentescibili e destrine (quest’ultime sono responsabili della stabilità della schiuma nel prodotto finito).
Terminato l’ammostamento il mosto viene filtrato sulle trebbie e quindi portato nel tino di cottura dove durante l’ebollizione del mosto il luppolo viene aggiunto in due gettate: una ad inizio cottura (luppolo amaricante) ed una al termine (luppolo aromatizzante).
Sempre nel tino cottura viene quindi eseguito il whirpool ovvero una centrifugazione necessaria a chiarificare il mosto di birra che viene poi raffreddato e travasato nei fermentatori dove verrà inoculato il lievito necessario per la fermentazione. Al termine della fermentazione primaria la birra viene mantenuta nei fermentatori per la fermentazione secondaria (maturazione), al termine della quale verrà grossolanamente filtrata e quindi rifermentata in fusti e bottiglie.

27Apr

Sante Sabide

L’idea della società agricola Bull DecArt nasce dalla passione di alcuni amici di produrre, con le proprie mani, un prodotto genuino e buono con lo scopo di diffondere la cultura della birra.
L’orzo viene coltivato nei terreni più vocati del Friuli e dopo la maltazione viene immesso direttamente nei tini di ammostamento.
Dalla semplicità e dalla genuinità delle materie prime nasce la birra Sante Sabide, un alimento pienamente artigianale, volutamente non filtrato e non pastorizzato, che mantiene appieno la varietà dei sapori e la ricchezza dei colori di una regione dedita alle produzioni agro-alimentari di eccezionale livello. Tra le novità una birra alla canapa.

26Apr

A modo mio

C ’ è “modo e modo” di bere, “A modo mio”
rispecchia la tua maniera di essere, di pensare, di vivere e gustare la vita. È una birra
come si deve, per bene, come pare a noi e come pare a te.

Obblighi, impegni, vincoli …In una vita che troppo spesso costringe a fare ciò che “si deve” più che ciò che “si vuole”, la birra A Modo Mio rende protagonista chi la sceglie. Come? Rispecchiando la propria immagine. Perché è una birra incentrata su chi la beve,
modellata sulle sue esigenze e i suoi stati d’animo, che consente, in tutte le circostanze, di uscire allo scoperto e di rivelarsi
per ciò che si è. Bere “A Modo Mio” significa soddisfare il proprio gusto e affermare con sicurezza la propria capacità di scelta.
Bere “A Modo Mio” vuol dire saper pensare a sé stessi, guardarsi bene dentro e da dentro.